You are currently browsing the monthly archive for luglio 2005.

Nasce anche a Foggia il Comitato locale dell’associazione Attac Italia l’iniziativa sostenuta da Beppe di Brisco servirà a promuovere azioni politiche e a combattere le sempre maggiori forme di disuguaglianza sociale,il degrado ambientale e la negazione dei diritti dei popoli e dei più deboli ,promovendo alternative concrete che disegnino un modello di società sostenibile e sensibilizzando La cittadinanza Foggiana. 

ATTAC – Associazione per la Tassazione delle Transazioni  finanziarie e per l’Aiuto ai Cittadini un movimento di auto educazione  popolare orientato all’azione e alla costruzione di un altro mondo possibile; una rete internazionale presente in oltre 40 paesi nel mondo.  

L’idea nasce anche dalla voglia di fare politica partendo dal basso, attualmente tra le tante iniziative che Attac proporrà al comune di Foggia ma potrebbe essere estesa anche alla Provincia e alla  Regione è l’appello contro la direttiva Bolkestein (contro la liberalizzazione dei servizi pubblici), molto importante sarà anche l’iniziativa legata all’istituzione di università popolari gratuite ma ad alto contenuto informativo e culturale con la presenza di relatori di fama internazionale anche nell’ambito politico.

 

CAMPAGNA DELLA RETE DEI MOVIMENTI CONTRO
LA GUERRA
pubblicato su www.attac.it il 15 luglio 2005  

Questa volta è toccato a Londra. La popolazione londinese, colpita da atti criminali che non hanno giustificazione alcuna, ha subito morte, orrore, paura. Siamo al loro fianco, esprimiamo loro tutta la nostra solidarietà. Siamo tutti vittime di una guerra globale contro l’umanità che ogni giorno, spesso nell’indifferenza generale, colpisce tante comunità umane in tutto il mondo.  

È una guerra fra potenti. È combattuta dagli interessi forti che tirano le fila dell’ingiustizia e dello sfruttamento, dagli stati che fanno le guerre, dalle organizzazioni che, per competere con essi, utilizzano strategie terroristiche.  La guerra è loro. Nostri sono i morti innocenti, le vittime civili. Alla guerra globale bisogna reagire, se vogliamo assicurare a noi stessi e al mondo un futuro.   Quattro anni di guerra condotta in nome della lotta al terrorismo, oltre a seminare distruzione, hanno aumentato in modo gigantesco l’insicurezza, la destabilizzazione, i pericoli in tutto il pianeta. Leggi il seguito di questo post »

                                                                                                            nodumping1.jpg

l “dumping” è un termine usato nella letteratura economica per indicare una situazione dove, come risultato di aiuti pubblici (sussidi), un prodotto è venduto, su un dato mercato e in un tempo preciso, ad un prezzo così basso per cui i produttori locali difficilmente possono competere con esso.
Il “dumping è la pratica per cui i prodotti agricoli:

  si esportano ai prezzi più bassi possibili, attraverso il continuo abbassamento dei costi di produzione o attraverso il sostegno ottenuto con sussidi pubblici, spostando la produzione agricola laddove queste due condizioni sono possibili

  si importano a prezzi più bassi dei costi di produzione nel paese che importa

  si concedono sussidi all’agricoltura che siano accettati dalle regole formali dell’Organizzazione Mondiale del Commercio (OMC), in modo tale da sostenere le esportazioni e conquistare mercati vendendo nei Paesi che importano a prezzi più bassi dei costi di produzione locale.

 No Dumping: una campagna contro la concorrenza sleale che penalizza i poveri  Leggi il seguito di questo post »

a

APPUNTAMENTI

luglio: 2005
L M M G V S D
 123
45678910
11121314151617
18192021222324
25262728293031

Blog Stats

  • 101.876 hits