You are currently browsing the daily archive for 25,11PMLun, 06 Nov 2006 20:18:27 +01003092006,2008.

322sinistra1.jpg

E intanto i lavoratori restano in un angolo
Andrea Capocci*

Non è colpa di un´inserzione a pagamento dei COBAS se la manifestazione «Stop Precarietà Ora» si è trasformata in un appuntamento scomodo per il governo di centro-sinistra. Chi ha frequentato i movimenti in questi anni poteva immaginarselo.
L´opposizione alle «leggi-vergogna» (Maroni, Bossi-Fini, Moratti) non si è mai limitata ad un anti-berlusconismo di maniera, ma ha puntualmente individuato le responsabilità politiche trasversali. Chi ha manifestato contro le riforme del lavoro e delle politiche migratorie non difendeva certo il pacchetto Treu o i Cpt della legge Turco-Napolitano, opera di un altro governo «amico». Leggi il seguito di questo post »

160784_1.jpgNo global contro riformisti

Antonio Sciotto (il manifesto)Si erano travestiti da turisti, mettendosi dietro il cartello della «Precarytour». Un gruppo di 60 disobbedienti della rete Invisibles workers of the world, guidata da Luca Casarini, ha interrotto il convegno «Il futuro del lavoro» organizzato dai riformisti dell’Unione – maggioranza Ds e Margherita – al Palazzo Ducale di Venezia. Il gruppo – racconta lo stesso Casarini – si è introdotto nel Palazzo nel momento del buffet, «quando la sorveglianza era meno attenta»: «Abbiamo chiesto – spiega il leader disobbediente – di trasformare il convegno in un’assemblea, permettendo ai lavoratori precari di interloquire con gli invitati. Gli organizzatori si sono rifiutati, e hanno chiesto l’intervento della polizia, che è arrivata in assetto antisommossa. E’ stato l’intervento del sindaco Massimo Cacciari a scongiurare una carica, mentre i partecipanti al congresso si sono spostati nella vicina Ca’ Farsetti, sede del municipio, per continuare l’incontro». Gli stessi contestatori hanno dunque abbandonato il palazzo Ducale. Leggi il seguito di questo post »

 

Proposte al Cesp Il centro studi dei Cobas ha organizzato un incontro di intellettuali e sindacalisti per discutere delle possibili forme di lotta e rivendicazione nel mondo precario
M. D. C.

Il mostro della precarietà richiede anche di essere capito bene, altrimenti lottarci contro può essere quasi inutile. Alla vigilia della manifestazione di oggi il Cesp (il centro studi per la scuola pubblica, associazione culturale dei Cobas) ha così convocato alcuni dei migliori economisti di sinistra per mettere a punto qualche strumento di interpretazione più acuminato.

Ne emerge un quadro ricco di spunti, che prende le mosse magari dalle lotte dei lavoratori Ups (Alex Tomba), negli Stati uniti, stretti tra contratti precari e taylorizzazione spinta del lavoro, ma capaci di ottenere la solidarietà degli utenti (caso più unico che raro, negli Usa) e di individuare negli «esperimenti antioperai» allora in atto oltreoceano l’annuncio di un destino che oggi ha investito in pieno l’Europa. Leggi il seguito di questo post »

a

APPUNTAMENTI

novembre: 2006
L M M G V S D
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
27282930  

Blog Stats

  • 101.905 hits