You are currently browsing the daily archive for 25,11PMLun, 13 Nov 2006 23:36:10 +01003162006,2008.

view_foto.jpgUn disegno di legge «collegato alla finanziaria» per dare ai privati trasporto locale, luce e gas gestiti fin qui dagli enti locali.  Resta pubblica soltanto l’acqua

Francesco PiccioniIl manifesto.
Di tante «riforme» che la globalizzazione ci sta imponendo ce n’è una che proprio non è tollerabile per il «popolo di sinistra», le associazioni, i sindacati, i cristiani impegnati nel sociale… (insomma, tutti quelli che hanno votato per il centrosinistra): la privatizzazione dei «beni comuni» e dei servizi sociali.I ministri Linda Lanzillotta (Dl), Pierluigi Bersani (Ds) e Emma Bonino l’hanno capito talmente bene che hanno presentato un disegno di legge per privatizzare tutto, tranne – bontà loro – i servizi idrici.

Appelli e scongiuri non hanno prodotto alcun effetto, al punto che la Commissione bilancio ha dato il via libera al «ddl 772» come «collegato alla finanziaria», con il dubbio che l’eventuale «fiducia» potesse coinvolgere anche la «Lanzillotta», senza neppure il dibattito parlamentare. Così non sarà, perché ogni decreto fa storia a sé. Ma la pressione dei centristi della maggioranza è evidente (in commissione al Senato la discussione sembrava in parità – 10 contro 10 – finché non si è trovato un Udc che ha votato a favore). Leggi il seguito di questo post »

manifesto_mo.jpg18 NOVEMBRE 2006  MANIFESTAZIONE NAZIONALE A MILANO

 NE’ MURI NE’ SILENZI ; FERMARE I CRIMINI ISRAELIANI! 

PROTEZIONE INTERNAZIONALE PER IL POPOLO PALESTINESE!

Ogni giorno a Gaza, sotto assedio economico e militare, vengono uccise decine di palestinesi. La ulteriore deriva a destra del Governo israeliano rende più vicina la minaccia di una sua nuova invasione. L’urgenza di una soluzione alla questione israelo-palestinese è sotto gli occhi di tutti!  Tuttavia nessun atto politico concreto viene fatto, né a livello nazionale né internazionale. Leggi il seguito di questo post »

banner-scottex.jpgSecondo un’indagine di Greenpeace la Kimberly-Clark, il più grande produttore al mondo di fazzolettini e carta igienica, famosa per i marchi Scottex e Kleenex, usa materie prime che provengono dalla distruzione delle foreste primarie canadesi.Giovedì scorso, a Torino, davanti alla sede della direzione della Kimberly-Clark, un gruppo di attivisti di Greenpeace ha collocato dieci water. In ogni water, un piccolo albero ricordava tutte le piante abbattute per fabbricare carta igienica e altri prodotti usa-e-getta. Un gruppo di climber si è invece arrampicato sull’edificio, aprendo un gigantesco striscione con la scritta “Kimberly-Clark non buttare le foreste primarie nel water”. La protesta di Greenpeace continua da oggi nei supermercati e sul web. E ci serve anche il tuo aiuto!Il mercato europeo dei prodotti di carta per uso domestico muove ogni anno 8,5 miliardi di euro ed è molto appetibile per
la Kimberly-Clark. Ognuno di noi come consumatore può fare la differenza, decidendo di non acquistare prodotti Kimberly-Clark e chiedere all’azienda di cambiare rotta.

Invia un messaggio forte alla Kimberly-Clark!

Scrivi a Dave Challis, responsabile delle politiche ambientali della Kimberly-Clark Europe. Scrivi che non hai più intenzione di acquistare prodotti Kimberly-Clark fino a quando l’azienda non smetterà di usare materie prime provenienti dalle foreste primarie.

http://www.greenpeace.it/azioni/scottex

a

APPUNTAMENTI

novembre: 2006
L M M G V S D
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
27282930  

Blog Stats

  • 101.258 hits