Urbino, 8-10 dicembre 2006
Università popolare di ATTAC

Quinta edizione dell’università popolare di ATTAC Italia

Con il patrocinio del Comune di Urbino, della Provincia di Pesaro e Urbino, della Provincia di Ascoli Piceno e del Consiglio regionale delle Marche

Con la partecipazione di: Baranes, Brancaccio, Castagnola, Cirillo, Corradi, Cremaschi, Danna, Lucarelli, Lutrario, Salinari, Screpanti..

arton14225.gifLa distribuzione delle ricchezze

La globalizzazione neoliberista ha prodotto un allargamento drammatico della forbice dei redditi e dei diritti sociali su diversi piani. Dal punto di vista internazionale i Paesi del Nord, attanagliati da una crescita lenta, fanno pagare in gran parte al Sud del mondo i costi della loro crisi, cercando di imporre l’apertura incondizionata dei mercati e l’implementazione di riforme strutturali che devastano le economie dei Paesi più deboli. A questo ha corrisposto un approfondimento della disuguaglianza sociale interna, sia nei Paesi meno sviluppati che in quelli economicamente più avvantaggiati, e della sperequazione dei redditi e dei diritti tra i generi, essendo le donne le prime a pagare i costi della precarizzazione generalizzata del lavoro. Come si sono affermate queste tendenze e quali le proposte per una inversione di rotta? Proponiamo tre giorni di lezioni, seminari e dibattiti per contribuire a dare ai movimenti sociali gli strumenti critici e di azione per affrontare le sfide della globalizzazione dei mercati.

Il Programma e le informazione Logistiche su  www.attac.it