You are currently browsing the daily archive for 25,11PMGio, 23 Nov 2006 18:08:39 +01003262006,2008.

             rubon7.gif                                                          APPELLO PER ADESIONE       

 PER UN GOVERNO PUBBLICO L’ACQUA IN PUGLIA 

La discussione “sull’identità” del soggetto gestore delle risorse idriche nella nostra regione è tutt’altro che oziosa! Essa costituisce il punto nodale per un governo pubblico dell’acqua.   La società civile della Puglia ha, infatti, posto con forza all’attenzione della cittadinanza e delle forze politiche la richiesta di un governo pubblico dell’acqua in Puglia in diverse occasioni, tra le quali due iniziative di rilevanza nazionale sostenute anche dalle nostre istituzioni. Ci si riferisce ai Cantieri per la Democrazia dell’autunno 2005 e al Forum di Sbilanciamoci del settembre di quest’anno. In entrambe le occasioni, tutti gli intervenuti in rappresentanza sia delle istituzioni Regionali che delle Amministrazioni locali, hanno riconosciuto l’acqua bene comune e ribadito con fermezza la necessità della gestione pubblica e partecipata di questo bene ed alcune personalità come Alex Zanotelli hanno chiesto di escludere le SPA dalla gestione dei servizi idrici. Leggi il seguito di questo post »

                                                  Sabato 25 novembre alle ore 17:30

Conferenza pubblica sul temaLa sfida della ripubblicizzazione dell’acqua in Italia e in Puglia: opinioni a confronto”. Interverranno: Riccardo Petrella (Presidente AQP) – Alex Zanotelli (Missionario Comboniano) – Corrado Oddi (FP/CGIL) – Rosario Lembo (Comitato italiano Contratto Mondiale Acqua). Coordina: Margherita Ciervo (Comitato Territoriale Contratto Mondiale Acqua).

La conferenza si terrà presso l’Auditorium Marco De Mitrio (c/o Controradio), Via G. Latilla, 13 – Bari  (prolungamento Quintinosella, angolo Corso Vittorio Emanuele). 

La conferenza è organizzata in collaborazione con l’Osservatorio Sud ed il Comitato Territoriale Contratto Mondiale sull’Acqua.

Per informazioni: infobari@contrattoacqua.it osservatoriosud@libero.it 339/6894675

russo-spena.jpgIl capogruppo di Rifondazione al senato parla del «decreto Lanzillotta» e dei servizi pubblici locali. No alle privatizzazioni chieste a gran voce da Rutelli, l’Unione deve tutelare innanzitutto l’acqua. E dopo il «pacchetto Bersani» ora ci vuole la «class action»
Galapagos
«Il tema centrale è quello dei “beni comuni”: sono il paradigma della ricostruzione delle municipalità aggredite negli ultimi anni da un eccesso di liberalizzazioni e privatizzazioni. Vi sono beni comuni che debbono essere assolutamente posti sotto il diretto controllo e gestione dello stato e degli enti locali: l’acqua, per fare l’esempio più eclatante». Giovanni Russo Spena, capogruppo di Rifondazione comunista al senato, quando parla di «beni comuni» si appassiona. E non da oggi. Ovvio rivolgersi a lui per cercare di capire a che punto è il disegno di legge (definito «Lanzillotta» del nome del ministro che lo ha proposto) che delega il governo per il riordino dei servizi pubblici locali. Di più: sulle privatizzazioni oggi sembra essersi aperta una battaglia politica che vede Rutelli scatenato per riconquistare l’egemonia all’interno del suo partito come paladino di una apertura totale al mercato. Leggi il seguito di questo post »

a

APPUNTAMENTI

novembre: 2006
L M M G V S D
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
27282930  

Blog Stats

  • 101.905 hits