You are currently browsing the daily archive for 25,11PMSab, 25 Nov 2006 22:06:38 +01003282006,2008.

petrella22.jpgRiccardo Petrella * E’ noto che per quanto le acque minerali siano di proprietà pubblica – in Italia delle regioni – sono le imprese private che tirano grassi e sicuri profitti dalla loro mercificazione/vendita. Il business delle acque minerali in bottiglia è diventato uno dei settori più lucrativi e in espansione al mondo, dominato fino a poco tempo fa dalla Nestlé (proprietaria, fra gli altri, dei marchi del gruppo italiano San Pellegrino) e dalla Danone. Oramai sono tallonate da altre due «gentili sorelle dell’acqua» che sono la Cocacola ela Pepsicola.

Sta ora diventando altresì noto che le imprese private di distribuzione dell’acqua, e quelle a capitale misto pubblico-privato sempre più numerose nel settore dei servizi idrici, si stanno impadronendo della proprietà e/o del controllo dell’acqua potabile attraverso il mondo.   Le francesi Suez-Ondeo e Vivendi-Veolia, da sole, gestiscono la distribuzione dell’acqua per più di 250 milioni di persone, senza contare quelle servite dalle società di cui posseggono delle partecipazioni azionarie. La banca privata svizzera Pictet prevede che nel 2015 le imprese private forniranno l’acqua potabile a circa 1 miliardo e 750 milioni di «consuimatori». In questo contesto non sorprende di constatare che le imprese di gestione dell’acqua sono sempre più comprate e vendute sul mercato delle imprese come si vendono e si comprano delle imprese di scarpe o di frigoriferi. Leggi il seguito di questo post »

a

APPUNTAMENTI

novembre: 2006
L M M G V S D
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
27282930  

Blog Stats

  • 101.905 hits