You are currently browsing the daily archive for 25,12PMDom, 03 Dic 2006 23:28:23 +01003362006,2008.

mrs_shiva_fondatrice_di_navdanya.jpg La denuncia di Vandana Shiva: per produrre un solo litro di bevande se ne inquinano circa dieci di acqua potabile

Secondo la scienziata ecologista indiana la Coca Cola ela Pepsi rientrano a pieno titolo nell’insieme di prodotti tossici o pericolosi che dovrebbero essere banditi per tutelare la salute dei cittadini e dell’ambiente.

Il 22 agosto scorso la campagna Coke Pepsi quit India (Coca e Pepsi lascino l’India) ha intensificato le attività per la messa al bando di queste due bevande con una speciale giornata di mobilitazione. Lo stato del Kerala ha messo in pratica il divieto. Gli stati di Karnataka, Madhya Pradesh, Gujarat e Rajasthan hanno proibito queste bevande nelle scuole e nelle mense del governo. In India, insomma, si stanno creando delle zone “libere” da Coca e Pepsi. Leggi il seguito di questo post »

Il recentissimo studio pubblicato da Laurie Barclay, MD e Charles Vega, MD sull’ Amrican Journal of Clinical Nutrition. ( 2006;84:936-942) rappresenta la definitiva conferma di un nuovo grave danno indotto da Cola gassata, bevanda che pudicamente i ricercatori chiamano nell’articolo “carbonated cola”. Lo studio è stato condotto su 2538 donne americane consumatici abituali di “Cola gassata” a confronto con donne bevitrici di liquidi gassati, ma “non Cola”, e con maschi abituali consumatori di “Cola gassata”. La perdita di massa ossea (=osteoporosi) era presente in modo assolutamente evidente solo nelle donne consumatrici abituali di “Cola gassata”! Interessante notare che la stessa perdita di massa ossea si è manifestata anche nelle donne che bevevano regolarmente la “Cola gassata” nelle forma “light” e “decaffenaited”. Insomma la lista dei danni per la salute di questo prodotto si aggiunge a quella della triste storia dei sorprusi esercitati da queste multinazionali sui lavoratori e sulle popolazioni ricche di acqua o di principi attivi come il Guaranà dell’Amazzonia. Wallace   http://www.liblab.eu 

l_8_per_mille_ha_finanziato_la_guerra_rivelazione_choc_di_enrico_letta_large.jpgL’otto per mille che i cittadini italiani hanno voluto assegnare alla cultura sarebbe andato invece a finanziare la missione in Iraq. E’ quanto ha scandito la presidente del FAI, Giulia Maria Mozzoni Crespi, aprendo il convegno annuale che il fondo per l’ambiente italiano dedica al patrimonio artistico. “Mi ha strabiliato – ha riferito Crespi – quello che mi ha detto Enrico Letta, e cioe’ che l’otto per mille che i cittadini italiani hanno assegnato all’arte, alla cultura e al sociale è stato attribuito alla guerra in Iraq e solo una minima parte è stata data per combattere la fame nel mondo. Leggi il seguito di questo post »

a

APPUNTAMENTI

dicembre: 2006
L M M G V S D
 123
45678910
11121314151617
18192021222324
25262728293031

Blog Stats

  • 101.876 hits