You are currently browsing the daily archive for 25,01PMDom, 14 Gen 2007 21:51:47 +0100132007,2008.

attac-espana.png

Juan Hdez. Vigueras, ATTAC España,

Tradotto da Gianluca Bifolchi

A Madrid lo abbiamo sentito dal Premio Nobel per l’Economia, Joseph Stigliz, e lo afferma anche la Lehman Brothers, la grande banca d’affari statunitense.I lavoratori cinesi non raggiungeranno mai nel livello salariale gli europei, ma gli europei non specializzati tra poco tempo guadagneranno come i cinesi. Lo ha spiegato didatticamente un mese fa a Madrid Joseph Stigliz, nella conferenza di presentazione del suo nuovo libro Come far funzionare la globalizzazione; e i compagni di ATTAC presenti lo hanno ascoltato.

Lo stesso concetto è sostenuto dall’organo di comunicazione del capitalismo più intelligente, il Financial Times; ad esempio il 18 Ottobre 2006 nella versione digitale di questo periodico britannico.Sotto il titolo View from the top (Visioni dall’alto) in una delle brevi interviste in video, questa tendenza mondiale era menzionata dal vecchio ambasciatore USA in Francia ed ora alto dirigente della Lehman Brothers, Félix Rohatyn. Questo banchiere totale riconosce senza eufemismi che la disparità di arricchimento di una minuscola parte della popolazione ha causato una maggiore disuguaglianza generata dalla globalizzazione neoliberista. Leggi il seguito di questo post »

jacob.gifFoggia – Un numero propedeutico di antifascist* ha – questo pomeriggio – rumorosamente contestato la nostalgica conferenza fascista dal titolo “Decima-Mas: gli eroi dimenticati”, organizzata da Forza Nuova ed ospitata dalla Biblioteca provinciale. I compagn*, bloccati sulla soglia da un consistente contingente di forze dell’ordine e digos, hanno mostrato uno striscione (“Partigiani unici eroi”). La strada è stata blindata. I commenti si sono sprecati. Solito scenario emergenziale, lampeggianti, sirene.

Nulla di rilevante, insomma. Una “semplice” prova di dignità e di memoria. Una prova di certo inconcepibile, fuori dall’orizzonte concettuale, dalla prassi e dall’etica politica della sinistra nostrana.  Di quella istituzionale, vomitevole brutta copia della DC d’un tempo, smarrita nei meandri del Palazzo, completamente asservita alla logica del potere per il potere, assorbita in dinamiche meschine e che – vista la propria completa inservibilità – meglio farebbe a scomparire, ad annullarsi. Leggi il seguito di questo post »

Susanna Florio*,  11 gennaio 2007 (Aprile on line)

bolkestein_et_frankenstein.jpgDeregolamentazione: Il caso della ditta lettone Laval e quello della estone Viking rappresentano il nodo dell’evoluzione del diritto comunitario in materia di libera circolazione e soprattutto dell’idea di mercato interno che prevarrà nell’UE

La Corte di Giustizia europea si è occupata questa settimana di due casi cruciali per il futuro del diritto del lavoro europeo e per la giurisprudenza che regolamenterà il mercato interno dell’UE. Martedì 9 gennaio la Corte del Lussemburgo ha affrontato il caso di una ditta lettone, la “Laval un Partneri” contro il sindacato degli edili svedese “Byggnads”. Nel maggio del 2004 la ditta Laval aveva vinto una gara d’appalto per ristrutturare una scuola nell’isola svedese di Vaxholm, vicino Stoccolma. La Laval aveva assunto lavoratori lettoni a salari molto al disotto di quelli previsti dal contratto svedese in edilizia, provocando una forte reazione da parte dei lavoratori e del sindacato svedese. Nel giugno del 2004 cominciarono i negoziati tra la Laval, la sua filiale svedese appositamente creata, ed il sindacato, senza che però si arrivasse ad una qualche soluzione. Nel novembre dello stesso anno i lavoratori svedesi bloccarono i cantieri e la Laval dichiarò fallimento. Leggi il seguito di questo post »

a

APPUNTAMENTI

gennaio: 2007
L M M G V S D
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
293031  

Blog Stats

  • 101.876 hits