173bis-kumitey.jpgIl Comune di Foggia aderisce alla proposta di legge di iniziativa popolare sulla ripubblicizzazione dell’acqua.

Anche per l’Amministrazione comunale di Foggia l’acqua è un bene di tutti e, in quanto tale, non mercificabile.  In questa ottica si inserisce l’adesione del Comune capoluogo, deliberata questo pomeriggio dalla Giunta, alla proposta di legge di iniziativa popolare “Principi per la tutela, il governo e la gestione pubblica delle acque e disposizioni per la ripubblicizzazione del servizio idrico”.  L’adesione dell’Amministrazione comunale – spiega l’assessore ai diritti dell’uomo, Michele Del Carmine – giunge alla vigilia dell’arrivo a Foggia, previsto per domani pomeriggio presso l’isola pedonale, della carovana per l’acqua nell’ambito della Campagna nazionale “Acqua Pubblica, ci metto la firma!”. L’obiettivo della proposta di legge è quello di costruire un nuovo quadro normativo che riconosca l’acqua come bene comune, che va sottratto alle logiche del mercato e della concorrenza. “Quella del comitato promotore è senza dubbio una lodevole iniziativa che deve essere sostenuta per arrivare ad affermare la totale tutela di un bene essenziale e la completa ripubblicizzazione della sua gestione, da rifondare sulla partecipazione delle comunità locali”, ha concluso Del Carmine. La delibera sarà trasmessa al Forum Italiano dei Movimenti per l’Acqua.(Comune di Foggia, 26.06.2007)