You are currently browsing the daily archive for 25,03PMLun, 03 Mar 2008 12:24:46 +0100622008,2008.

La contrattazione aziendale non tutela i lavoratori dal rischio di povertà

che riguarda per esempio le famiglie con figli. Il 17% subisce intimidazioni  

lavoro-in-fabbrica.jpgSottopagati, spremuti fino al midollo, pressati dai capi e senza nessuna voglia di rimanere al lavoro un minuto e un giorno di più. E’ questo il profilo delle moderne tute blu che esce dalla grande inchiesta dellla Fiom presentata ieri a Torino davanti al Comitato centrale. Una “grande inchiesta” nel vero senso della parola, visto che «sono stati raggiunti», come ci tiene a precisare Francesca Redavid, della segreteria nazionale, qualcosa come quattrocentomila.

Hanno risposto in centomila, tra lavoratori, lavoratrici, precari (10%) e migranti (3%). Il gruppo di lavoro (Garibaldo, Dazzi, Rebecchi, Mottura, Rubini, Stirati, Capecchi) è stato coordinato dalla dottoressa Eliana Como.

L’industria metalmeccanica ha circa 2 milioni di addetti e rappresenta il 40% della manifattura. L’impasto tra “vecchio e nuovo” nella condizione del lavoro del terzo millennio è il tratto fondamentale che esce dall’inchiesta. Chi intende discutere di produttività e di salario forse dovrebbe dare una occhiata a queste tabelle prima di sparare facili ricette. Tanto più se alla base c’è la classica operazione di “scambio”. Giorgio Cremaschi, che ha tenuto la relazione introduttiva, lo spiega fin troppo bene. «Non c’è più spazio per una politica che mette in relazione l’incremento della busta paga con il peggioramento delle condizioni di lavoro». Leggi il seguito di questo post »

a

APPUNTAMENTI

marzo: 2008
L M M G V S D
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
31  

Blog Stats

  • 102.038 hits